Massimo Recalcati – l’uomo senza inconscio (video BDF)

maddalena mapelli
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (16 votes, average: 4,44 out of 5)

Massimo Recalcati, ospite del seminario BDF di Bergamo diretto da Pietro Barbetta, discute del suo ultimo libro “L’uomo senza inconscio“, Cortina, Milano 2010. Buona visione !

BDF 3.3 from enrico valtellina on Vimeo.

5 Commenti

  1. Piero Pucciarelli scrive:

    Molto interessante il video di Recalcati, di cui ho letto il suo ultimo lavoro ed altri testi pregressi.
    Complimenti per l’iniziativa.
    Piero Pucciarelli
    sociologo con la passione per l’analisi lacaniana.

  2. dario cornati scrive:

    Dopo aver gustato nella lettura l’ultima fatica di Recalcati, ne ho potuto apprezzare, grazie al video, la lucida e convincente restituzione per tesi nitide ed essenziali. Il talento dell’autore nell’attraversare Freud e la sua operazione culturale, con l’occhio vispo di Lacan, è cosa rara! La sua mediazione del lessico e del sapere psicanalitico sulle figure più estese dell’umano è impresa da segnalare!

  3. Francesca scrive:

    Ciao,
    Recalcati è unico in Italia per la dialettica, per la chiarezza espositiva, per la capacità di chiarificare concetti così elaborati padroneggiando un linguaggio semplice e comunque non banale, solo i grandi riescono a farlo!

  4. Piero Pucciarelli scrive:

    Per quanto riguarda i moti rivoluzionari dei paesi arabi, oggigiorno in corso, mi chiedo, sperando che qualcuno mi possa dare una risposta od uno spunto di ulteriore riflessione, se sia possibile una chiave di lettura anche in senso lacaniano ed attinente al libro di Recalcati. Mi spiego: da quanto leggo e da quanto vedo in tv, mi sembra di cogliere che queste masse difettino di un capo che le strutturi nella cornice dell’Edipo, così come la psicologia delle masse freudiana suggerisce.
    Grazie a chi avesse la pazienza di replicare.

    Piero Pucciarelli
    sociologo con la passione per l’analisi lacaniana.

  5. Marco scrive:

    Finalmente uno psicoanalista che scende dal divano e lancia un grido di allarme sulla società odierna e sulle conseguenze nefaste che la cultura attuale sta creando sulla soggettività. E’ giusto curare l’individuo ma non è sufficiente e Recalcati prima con “Elogio dell’Inconscio” poi con ” L’uomo senza Inconscio” cerca di svegliare tutti noi da un sonno di cui non siamo nemmeno consapevoli, così abituati ormai a farci trattare come automi da aggiustare e da mettere a punto per le migliori prestazioni che ci vengono richieste. Spero che anche gli altri psicoanalisti abbiano la creatività e la forza propulsiva dimostrata da Recalcati.


Video & Audio Comments are proudly powered by Riffly